Il Villoresi che non ti aspetti - Lombardia Coop to Coop
15996
post-template-default,single,single-post,postid-15996,single-format-standard,bridge-core-3.0.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-28.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.8.0,vc_responsive

Il Villoresi che non ti aspetti

Il Villoresi che non ti aspetti

I campanili sono una presenza continua lungo il percorso del Villoresi. Si parte con Buscate e subito dopo svetta quello di Arconate, allunghi lo sguardo e si intravede Busto Garolfo.

Un territorio con tante comunità diverse e un corso d’acqua che le caratterizza e che conserva uno spazio verde per molti chilometri.

La seconda esperienza del progetto Lombardia Coop to Coop si snoda da Buscate a Monza.

La prima tappa ha permesso a un gruppo dei nove camminatori di arrivare a Nerviano dopo esser passati dai punti vendita di Busto Arsizio, dove si erano dati appuntamento, e poi Arconate, Busto Garolfo e Parabiago.

Un bel clima con il desiderio tra tutti di conoscersi e iniziare a raccontarsi.  Un gruppo eterogeneo con persone che arrivano da diverse zone della regione.

Gabriella da Brescia, Simonetta da Milano, Angela da Cornano, Laura da Treviglio, Sara da Trescore, Claudia da Cornaredo, Marco da Cinisello Balsamo, Enzo da Sesto San Giovanni, Olivio da Busto Arsizio, e a loro si è poi aggiunta per un tratto Maria da Malnate.

Il gruppo è guidato da Neven e Marco, direttore di Varesenews. Importante il ruolo di Ettore, responsabile dei soci Coop che segue con attenzione tutto il progetto.

Una tappa di 16 chilometri percorsi senza particolari problemi a parte un caldo asfissiante con punte di 40 gradi. Grande entusiasmo per la proposta da parte di tutti e la giornata si è conclusa in una locanda proprio sul Villoresi dove il gruppo è stato accolto per la notte è un giusto riposo.

La seconda tappa porterà i camminatori fino a Paderno Dugnano dopo una pausa a Lainate per visitare Villa Litta. Diciotto chilometri sempre sulla ciclabile del canale.